Come progettare l'allestimento floreale: intervista al floral designer






Pubblicato da Mariagrazia Tarantino - Guest Post by Rudy Casati




La scenografia floreale per un progetto di Nozze è determinante. 
Ho intervistato il floral designer Rudy Casati che attraverso i suoi consigli ci aiuterà a progettare al meglio un allestimento di nozze dalla location cerimonia alla location ricevimento.


 “Quali conoscenze tecniche ritieni siano indispensabili per un wedding planner relativamente agli allestimenti floreali? “
 
Prima  di tutto   ritengo importante  che la conoscenza, anche  minima, degli stili architettonici permetta un inserimento mirato  e competente degli addobbi  che si proporranno.  Essere  consapevoli  dell'ambiente  nel quale si opera permette  di pilotare con  professionalità  gli effetti e le sensazioni volute  per l'occasione, siano  esse grande gioia  o grande  commozione.
In secondo luogo, una minima conoscenza  dei nomi  botanici e delle  normali stagionalità permetterà  di avere  idee precise  e poche  occasioni  di imbarazzanti  proposte poco  sensate.   Ultimo,ma certo  di primaria importanza, la  conoscenza  del budget, che  non deve  essere  comunque metro  di misura  su  quanto  “ i clienti”  siano  degni o meno di attenzione... “

 “Quali sono i punti strategici dell’allestimento floreale in Chiesa? “

“Direi  che il “ focus”  principale  è rappresentato  sicuramente dalla zona “sposi”, dove  saranno  concentrati  gli addobbi  anche in caso  di budget limitati.
Importante   creare  “profondità”, sfruttando  l'altare  maggiore, e “l'effetto  prospettiva” sfruttando  la navata  con l'inserimento di composizioni  sulle panche, o creando  scenografie  accattivanti  con l'aiuto di candele, lampade, alzate, vasi....insomma , tutto  ciò  che aiuti  a creare atmosfera,  sempre  nel massimo rispetto  delle  regole ecclesiastiche ed architettoniche.
La  mia regola essenziale è cercare  sempre  e comunque  di utilizzare  il meno possibile oggetti e supporti  che poco  abbiano a che fare con il contesto nel quale si opera  e che rendano  pacchiano  e scontato l'effetto finale.”
 

“Quali sono sinteticamente le differenze tra gli allestimenti della cerimonia e quelli per il ricevimento ?“

“ Sicuramente  l'ambiente richiede  un riguardo “diverso”, e comunque  dipende  molto  dall'impostazione  che i clienti  vogliono dare al  ”loro” giorno  speciale.
Solenne, frivolo,elegante o rustico, serioso  o scherzoso...l'abilità  sta  nel coniugare  il tutto   senza  perdere eleganza  e raffinatezza".
 
 
 “ Qual è, se identificabile,  il fattore principale che determina il rapporto tipologia allestimento-prezzo?”
“ Non  è  facile rispondere  ad una domanda come questa....non ci sono  formule  matematiche  o rapporti proporzionali...molte  volte  si opera al limite della redditività  perchè interessa  entrare in un determinato ambito o cerchia di clienti  ed in altri ambiti  si opera   più normalmente....ma alla fine  vince  il budget che gli sposi decidono di dedicare ... 

Bridal Bouquet by Rudy Casati
Ringrazio Rudy Casati per i suoi preziosi consigli e ti invito a visitare il suo sito: www.rudycasati.it.
Felice evento!

Mariagrazia Tarantino
wedding planner


 
Posta un commento